Cementificio LaFarge


99-05
Cementificio CTG, Italcementi Group, Calusco -I
Facciate
Progetto: 2000
Realizzazione: 2001

La scelta cromatica per il nuovo impianto a Calusco si basa sui colori già definiti dall'immagine coordinata per la grafica del CTG. E' stato aggiunto un colore grigio-blu affine al colore complementare del giallo-arancio del logo, e serve ad alleggerire alcuni elementi architettonici.
L'immagine dell' impianto trova una continuità con l'immagine coordinata per la grafica.
Punto di partenza:
Logo: spirale, riga gialla (Pantone 137C = RAL 1028), carta bianca (RAL 9910), campi grigi (Pantone 441 = RAL 9018).
Punto di partenza:
Cemento bianco dell’Italcementi Group

L’edificio centrale (torre) in calcestruzzo a vista dipinto in grigio e bianco ha degli smussi per apparire inconsistente, come fosse costituito da due fogli di carta bianca piegata.
La ciminiera gialla, leggermente dorata e le strisce gialle alla base degli edifici e sul lato interno del recinto richiamano la riga gialla del logo.

I vari tubi, passerelle, tettoie in lamiera, sfiatatoi e nastri di trasporto sono blu NCS: 2020-R90B, perché passando sopra la strada e la ferrovia diano un’idea di leggerezza, in quanto associabili al colore del cielo.
Anche le altre strutture metalliche sono nello stesso blu NCS: 2020-R90B.
Questo colore trova anche un’applicazione nell’edificio centrale per rendere più aerei gli elementi.
Il corpo grande in calcestruzzo (mulino) posto a sud del corpo bianco è trattato con effetto bagnato per controbilanciare quest'ultimo..
Il colore delle pareti intonacate, escluso il basamento giallo, è RAL 9018.

I tre edifici centrali, e quelli rivestiti in lamiera sono senza basamento giallo.
Il silo riporta il simbolo della spirale nei colori grigi del logo, che attira l’attenzione con il suo gioco percettivo.
Il colore delle pareti intonacate, escluso il basamento giallo, è RAL 9018.

Ringhiere e piattaforme sono in color argento (RAL 7000) mentre i corrimani in quanto linee hanno il colore RAL 1028.

I campi verdi sono rialzati di circa 45 cm rispetto alla pavimentazione di asfalto. In questo modo le superfici verdi sembrano sospese ed incorporee e vengono così accomunate all'edificio centrale.

Il corrimano delimita la zona pedonale e protegge gli autocarri da eventuali danni.